Logopedia

Chi è il logopedista?

Il logopedista è la figura professionale sanitaria che si occupa dei disturbi del linguaggio e della comunicazione: si occupa della diagnostica, prevenzione e cura dei disturbi della parola, della voce, dell'articolazione dei suoni, della deglutizione e dell'udito, e dei disturbi cognitivi connessi (ad esempio relativi alla memoria e all’apprendimento), in età evolutiva, adulta e geriatrica.

Inoltre interviene anche nel trattamento della Disfagia, ovvero nella condizione in cui si riscontra un alterato processo di deglutizione.

Come lavora

  • Individua e valuta i disturbi del linguaggio e delle funzioni orali del paziente
  • Elabora terapie riabilitative e interventi personalizzati a seconda delle necessità
  • Monitora l'andamento della terapia logopedica
  • Insegna metodi alternativi di comunicazione ai pazienti con capacità comunicative verbali compromesse
  • Consiglia pazienti e famiglie su come affrontare e convivere con i disturbi di tipo comunicativo

Di cosa si occupa?

Il Logopedista si occupa di numerose patologie:

  • Dislalia: errori di pronuncia
  • Disfonia: alterazione qualitativa e/o quantitativa della voce
  • Balbuzie: alterazione della fluenza verbale
  • Disartria: difficoltà nell’articolazione delle parole
  • Disfagia: disturbi relativi alla deglutizione da danni neurologici e traumatici, da alterazione delle strutture coinvolte nella deglutizione, da patologie sindromiche
  • Afasia
  • Disprassia
  • Disturbi evolutivi del linguaggio: ritardo del linguaggio e Disturbo Primario di Linguaggio.
  • Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA): dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia.
  • Difficoltà di comunicazione e linguaggio dovute a diverse patologie o condizioni sfavorevoli: sordità, autismo, ADHD, inadeguatezza socio-culturale, multilinguismo.
  • Ritardi mentali
  • Disfonie infantili e adulte

Approfondimento: Logopedista e Dislessia

La Dislessia è un disturbo specifico della lettura in termini di velocità e di correttezza, che ha quindi ricadute anche su l’aspetto di comprensione del testo. Fa parte dei Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) ed è determinata da un’anomala attivazione delle aree cerebrali deputate al compito di lettura.

L’intervento del Logopedista sul soggetto dislessico ricopre tutte le fasi del percorso terapeutico:

  • Prevenzione – propone direttamente e/o consiglia ai care givers (familiari, insegnanti…) attività da far svolgere alla persona per contenere la manifestazione di questa problematica. Tali attività possono essere pensate per lo specifico soggetto oppure essere proposte a più persone (es. giochi linguistici per le classi della scuola dell’infanzia)
  • Valutazione – tramite l’osservazione diretta e la somministrazione di test standardizzati e questionari valuta le abilità di lettura del soggetto, sia in termini qualitativi che quantitativi. In questo modo è in grado di elaborare un profilo funzionale della persona, individuando i deficit ed i punti di forza
  • Riabilitazione – elabora attività specifiche volte al miglioramento del processo di lettura. Laddove sia necessario, individua strategie ed ausili che possono facilitare il soggetto in questo compito
  • Counceling – prevede incontri periodici con l’assistito ed i care givers per condividere il percorso riabilitativo ed addestrare all’esportazione delle metodiche negli altri ambienti di vita (casa, scuola…) e al corretto utilizzo degli ausili proposti

I giochi dei bambini non sono giochi, e bisogna considerarli come le loro azioni più serie. (Cit. Michel De Montaigne)