Sbarra a terra

Programma Specialistico per Danzatori

Storia

Una lezione di Sbarra a terra consiste nello svolgimento di una serie di esercizi da eseguirsi distesi a terra che di solito sono preparatori ad una lezione di classico.

Tale metodologia, diffusa per la prima volta intorno agli anni ’50, deriva dagli insegnamenti del maestro Boris Kniaseff. La stessa Accademia di Danza ne introdusse gli esercizi nelle lezioni di tecnica e riscaldamento mostrando interesse per la disciplina.

Ai giorni d’oggi la Sbarra a terra si può definire una fusione tra il Pilates, lo Yoga e la Ginnastica Posturale e si avvale di tecniche di allungamento e potenziamento muscolare, che preparano l’apparato muscolo-scheletrico ad affrontare una qualsiasi lezione di danza e di fitness.

Prevenire è meglio – Infortuni – Mantenimento

Una buona lezione di sbarra a terra (indicata anche per i professionisti, magari una volta alla settimana) può essere utile per prevenire traumi di vario genere, deve essere eseguita in maniera graduale anche da chi non ha difficoltà di estensione e rotazione al fine di riscaldare adeguatamente muscoli e legamenti e può essere utile anche per il recupero di chi rientra in attività dopo un lungo periodo di pausa dovuto a infortuni o a gravidanze, o per quei professionisti che, in periodi molto stressanti di prove e spettacoli, non hanno tempo e modo per dedicarsi quotidianamente alle lezioni di tecnica regolari.

Metodi

All’atto pratico, esistono molti metodi diversi di sbarra a terra. C’è chi si concentra sullo studio, degli esercizi della sbarra, quindi eseguendo ad esempio pliés, tendus, rond de jambe e adagi a terra, sfruttando il pavimento, ad esempio, per allineare il bacino e potenziare schiena e addominali, e chi invece prende maggiormente spunto dal Pilates e dagli esercizi posturali.

Svolgimento - Benefici

Durante la lezione vengono eseguiti esercizi in parallelo e in en dehors a terra proni, supini o sul fianco. I benefici che si traggono dopo una lezione di Sbarra a terra sono molteplici: si otterrà un miglioramento sulle qualità motorie, sulla mobilità articolare e sulla flessibilità, sull’en dehor (lavoro di extrarotazione dell’anca)e sull'estensione del collo del piede. Quando la mente si concentrerà sull'allineamento del bacino e sulla ricerca del proprio baricentro, il corpo avrà la consapevolezza nella distribuzione del peso per un corretto mantenimento della postura e per il controllo dell’equilibrio.

Fasi della lezione

Eseguendo quasi tutta la lezione a terra, il corpo si confronta con una superficie rigida che permette di concentrarsi sull'esecuzione avendo un supporto che faciliti la stabilità.

Nel riscaldamento, gli esercizi sono di natura più globale; durante questa fase si attivano tutti i grandi sistemi aumentando la temperatura dei muscoli e delle articolazioni per permettere flessibilità e una migliore contrazione.

Si passa poi ad una fase più specifica in cui gli esercizi di potenziamento si concentrano sul mantenimento della postura, sul lavoro di extra-rotazione dell’anca per raggiungere un eccellente en dehor e sull'estensione del piede. In questa fase, si pone molta attenzione sulla precisione e l’accuratezza di ogni esercizio per non prendere “vizi” e cattive abitudini e non distribuire il peso del corpo in maniera scorretta.

Nell'ultima fase si passa allo stretching classico ed esercizi più intensi di ipermobilità ed estensione.

Per concludere verranno proposti esercizi finalizzati ai salti.

Aiuto all'auto-correzione

Sotto la guida dell'insegnante senza specchi per la maggior parte della lezione è possibile concentrarsi solo sul proprio corpo: si impara a sentire, a memorizzare ciò che è giusto e fisiologico per noi e in un secondo momento diviene così automatica l'auto-correzione.

Muscoli coinvolti durante le lezioni di Sbarra a terra

Il lavoro si concentra maggiormente sugli adduttori e sugli addominali, senza tralasciare però i glutei, i dorsali e tutta la muscolatura della cintura scapolo-omerale.

Un'attenzione maggiore sarà rivolta ai muscoli ileo-psoas.

Sbarra a terra e medicina

Col passare del tempo si è dimostrata efficace non solo nell'ambito artistico e sportivo, interessando anche terapisti della riabilitazione e fisiatri.

Perché è importante fare questa lezione

I miglioramenti funzionali, tecnici ed estetici avvengono anche in condizioni di parziale

inadeguatezza alla danza. Spesso l'emulazione di modelli troppo diversi da noi può creare frustrazione, ma soprattutto essere alla base di movimenti dannosi per la nostra salute. Affinché il corpo si mantenga sano, bisogna acquisire un metodo che ricordi al nostro corpo l'esatta postura, che lo riallinei dopo tante ore di sala prove, che lo riscaldi profondamente e che aumenti la concentrazione prima di uno spettacolo in poco tempo e poco spazio, che lo preservi da infortuni e lo aiuti qualora dovessero capitare.